Bologna InCantina
(©Ufficio Stampa Dozza Calling)

In una delle zone più suggestive della città, il progetto gastronomico di Enoteca Regionale Emilia Romagna in collaborazione con il Gruppo Dozza Eventi conferma l’attitudine a raccontare e valorizzare il territorio nel calice e nel piatto

A Bologna in via del Carro 9/a ha aperto “InCantina – Enoteca nel Ghetto”, un locale nato dalla collaborazione tra Enoteca Regionale Emilia Romagna, proprietaria del brand “InCantina”, e il Gruppo Dozza Eventi, realtà che promuove e valorizza cultura, turismo e tradizioni gastronomiche del territorio.

La nuova enoteca con cucina nasce in una delle zone medievali più suggestive della città, quell’antico quartiere ebraico che sorprende e incanta per i portici segreti, le stradine acciottolate, i ponti coperti e gli antichi edifici. Dalle loro piccole finestre si possono immaginare gioie e dolori di un’intera comunità, cacciata da Bologna nel 1569 per poi ritornarci ed essere di nuovo espulsa nel 1593. Oggi l’area del Ghetto, senza dimenticare un passato importante, ha riconquistato vivacità grazie a botteghe artigiane, enoteche e trattorie.

«Sono molto soddisfatto che nasca la prima enoteca “InCantina” nel capoluogo della nostra regione, nel cuore del centro storico, sotto le torri simbolo di una terra che vanta il primato dei prodotti agroalimentari di qualità del mondo – dichiara Davide Frascari, Presidente di Enoteca Regionale Emilia Romagna – È un progetto nato dalla sinergia fra Enoteca Regionale Emilia Romagna e Dozza Eventi, dalla voglia di abbinare cibo-vino e cultura di una regione che rappresenta, a seconda delle annate, la seconda o la terza per produzione vitivinicola del nostro Paese. Un Paese che è la prima nazione al mondo per la produzione enologica. Negli ultimi anni, Covid permettendo, Bologna è una delle città che ha fatto registrare in Italia il maggior incremento di visitatori stranieri e noi abbiamo la responsabilità di fare conoscere il frutto della terra e gli straordinari abbinamenti alle nostre ricchezze alimentari. I 240 soci di Enoteca sono pronti ad affrontare, in sinergia con Dozza Eventi, questo nuovo progetto».

“InCantina – Enoteca nel Ghetto” nasce con un’identità e una mission ben precise: ospitare bolognesi e visitatori con garbo e simpatia, abbinando proposte gastronomiche tipiche dell’Emilia-Romagna a una selezione di oltre 1000 etichette del territorio, di volta in volta individuate tra le cantine associate di Enoteca Regionale e in base alla stagionalità del menù. La carta, infatti, sarà aggiornata frequentemente per assecondare la disponibilità di ingredienti freschi, esclusivamente locali e acquistati nel rispetto di piccoli produttori e dell’ambiente. La dinamicità del menù risponde anche al desiderio di offrire un ampio ventaglio di prodotti tipici e di ricette che le comunità della millenaria Via Emilia tramandano da secoli.

Tra gli antipasti, accanto a proposte moderne, non mancano i taglieri di salumi e formaggi di qualità, accompagnati da pane fresco e soprattutto da piadine tradizionali e vegane. Primi e secondi saranno sempre all’insegna della tradizione: dalla pasta fresca tirata al mattarello alle zuppe, dalle carni cotte con maestrìa ai contorni a base di ortaggi coltivati da aziende agricole del circondario. Sempre quattro le proposte di dolci, anch’essi variabili nel tempo e ispirati ad un’artigianalità schietta e priva di sofisticazioni.

«Siamo carichi di entusiasmo per questa nuova enoteca con cucina. – spiegaDavide Arcangeli, Amministratore del Gruppo Dozza Eventi – Bologna è una piazza difficilissima per la forte concorrenza e per un pubblico esigente, abituato a mangiar bene e che giudica anche la capacità di saper accogliere, ma non siamo spaventati da tutto questo. Abbiamo maturato una lunga esperienza nella ristorazione e quindi siamo convinti che faremo bene, anche grazie agli ottimi collaboratori che abbiamo scelto. Dal lato dell’offerta enogastronomica, poi, siamo abituati a privilegiare la qualità degli ingredienti che è un ottimo punto di partenza mentre per i vini, la presenza di un partner come Enoteca Regionale Emilia Romagna è una garanzia di eccellenza e vicinanza al territorio».

InCantina – Enoteca nel Ghetto è aperto dal lunedì al sabato.