Caffé solidale s.Antonio Medicina
(©Ufficio Stampa Comune Medicina)

Gli incontri pomeridiani sono gestiti dalla cooperativa Ida Poli

Con grande entusiasmo è stato inaugurato il Caffè Solidale in alcune frazioni del Comune di Medicina. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con ASP, ed è interamente finanziata tramite i fondi del 5xmille. Il Caffe’ rappresenta un punto di incontro fondamentale per gli over 65, dove poter socializzare e trascorrere un pomeriggio in compagnia.

Dopo una lunga attesa, dovuta alle tante restrizioni, le attività erano iniziate quest’anno nel capoluogo e, finalmente, sono state inaugurate nelle scorse settimane nelle frazioni di Fiorentina, Sant’Antonio, Fossatone e Portonovo.

Il Sindaco Matteo Montanari e l’Assessore alle Politiche Sociali Dilva Fava hanno partecipato ai primi incontri per festeggiare insieme agli ospiti e ai volontari. Gli incontri pomeridiani sono gestiti dalla cooperativa Ida Poli con una programmazione che spazia tra ballo, giochi di società, animazione musicale e tant’altro.

Inizialmente gli appuntamenti si terranno ogni 15 giorni per arrivare successivamente a una cadenza settimanale, come accade già nel capoluogo. A Fossatone si svolgono i mercoledì dalle ore 14.30 in collaborazione con il Centro Sociale Ricreativo e Culturale Nuova Vita, in via San Vitale Ovest 5426. A Sant’Antonio i venerdì dalle ore 14.30 presso l’ex Centro Sociale, in via Mario Cappelletti 65, in collaborazione con l’associazione Torre dei Cavalli. 

A Portonovo i venerdì dalle ore 14.30 in collaborazione con l’associazione Pro Portonovi’s presso la Baracchina Campo Sportivo, ingresso via A. Zambrini. A Fiorentina i mercoledì dalle ore 14.30 in collaborazione con il Centro Sociale, in via Fiorentina 3949.

Il Caffè Solidale è una proposta di aggregazione per dare la possibilità a chi lo desidera di passare alcune ore insieme e lontano dalle “solite preoccupazioni di casa”. Un luogo dove trovare amici vecchi e nuovi con i quali poter condividere esperienze di vita.

“È con grande gioia che, dopo lunghe restrizioni, siamo finalmente partiti con “il Caffè Solidale” in alcune frazioni del territorio. Confidiamo di poter estendere a breve il progetto anche in altre realtà per poter consentire a chi desidera trascorrere un pomeriggio in compagnia l’opportunità di farlo – afferma l’’Assessore alle Politiche Sociali Dilva FavaInoltre, esprimo grande soddisfazione per il preziosissimo lavoro svolto dalle Associazioni del nostro territorio e ringrazio i nostri concittadini, che grazie alla loro generosità, hanno consentito la realizzazione di questo progetto”.