Pieve di Cento kit differenziata
(©Ufficio Stampa Comune Pieve di Cento)

A partire dal 5 dicembre a Pieve di Cento prenderà il via la distribuzione alle famiglie e alle attività produttive di un nuovo kit di dotazioni per poter svolgere al meglio la raccolta differenziata

Questa iniziativa rientra tra quelle previste dalla gara per la gestione dei rifiuti urbani nel bacino territoriale di Bologna che Hera si è aggiudicata a fine 2021 in un raggruppamento temporaneo di imprese insieme alla società cooperativa Brodolini e il Consorzio Ecobi, tramite gara ad evidenza pubblica da parte di Atersir (Agenzia Territoriale dell’Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti).

Nel concreto essa lascerà quasi del tutto invariate le abitudini attuali perché nel comune è attivo un modello di raccolta differenziata porta a porta analogo a quello previsto dalla concessione, con ottimi risultati: a Pieve di Cento la raccolta differenziata è infatti già oltre il 75%. Tra le novità, le lattine saranno da conferire nel sacco giallo della plastica e non più insieme al vetro, carta e sfalci e potature in appositi contenitori e non più nei sacchi.

“Dopo ormai 10 anni dall’introduzione a Pieve di Cento del sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, siamo chiamati ad introdurre alcune piccole modifiche al servizio per adeguarlo alla normativa e a nuovi requisiti ambientali – commenta Luca Borsari, sindaco di Pieve di CentoIn particolare, dobbiamo prepararci alla successiva e futura introduzione della cosiddetta “tariffa puntuale” attraverso cui riusciremo a riconoscere una forma di incentivazione per i cittadini più virtuosi. In questi anni abbiamo raggiunto risultati molto positivi, in termini sia di riduzione di produzione dei rifiuti che di percentuale di raccolta differenziata, arrivando ad essere fra i Comuni più virtuosi rispetto alla media regionale e nazionale. Ora abbiamo l’opportunità di fare un ulteriore salto di qualità e questo sarà possibile solo grazie alla collaborazione di tutti noi pievesi. Ci viene chiesto qualche piccolo cambio di abitudine e una ancora maggiore responsabilizzazione, ma sono certo che riusciremo ad essere nuovamente all’altezza di quello che poi è l’obiettivo più importante di tali modifiche: contribuire a ridurre l’impatto sull’ambiente dei nostri rifiuti e rendere il nostro paese sempre più pulito.”

Da cosa è formato il kit consegnato alle famiglie

Il kit consegnato alle famiglie sostanzialmente rinnoverà le dotazioni in uso per fare la raccolta differenziata, introducendo qualche modifica. Verranno infatti distribuiti un bidoncino azzurro per la carta da utilizzare al posto dell’attuale sacco, un nuovo contenitore per l’esposizione dell’organico con relativi sacchetti, i sacchi gialli per plastica e lattine insieme. Per l’indifferenziato, saranno consegnati degli appositi bidoncini grigi mentre i soli residenti del centro storico potranno continuare ad usare i sacchi, di cui sarà distribuita una nuova fornitura. Per gli scarti verdi e le ramaglie si dovranno utilizzare appositi contenitori al posto dei sacchi in plastica mentre la raccolta di pannolini e pannoloni non sarà più stradale ma anche questa avverrà con bidone dedicato. Il contenitore per gli scarti verdi si potrà richiedere durante la consegna del kit mentre per quello dedicato a pannolini e pannoloni dovrà essere fatta richiesta presso l’ufficio Urp del Comune.

Insieme a questa dotazione, sarà distribuito anche il calendario per il porta a porta in vigore da gennaio 2023 (cambieranno alcune giornate rispetto alla situazione attuale e gli orari di esposizione) e una guida alla raccolta differenziata. Compresa nel kit anche la Carta Smeraldo, per la fruizione in futuro di eventuali servizi ambientali integrativi tra cui l’accesso alle stazioni ecologiche anche nei comuni non di propria residenza. Contenitori e sacchi potranno essere immediatamente utilizzati e saranno in ogni caso obbligatori a partire dal 5 marzo 2023. Da quella data i rifiuti esposti con le vecchie modalità non verranno più ritirati. È stato lasciato quindi un ampio margine di tempo, circa tre mesi, per abituarsi a queste modifiche.

Il materiale (contenitori e sacchi) sarà dotato di un codice identificativo collegato all’utenza e proprio perché personale potrà essere consegnato soltanto al titolare del contratto. In caso di ritiro da parte di altra persona, saranno necessarie una delega da parte dell’intestatario dell’utenza, copia del documento del delegante e un documento del delegato. La delega da utilizzare è a disposizione insieme alla lettera informativa in corso di distribuzione a tutte le famiglie e attività. La distribuzione a Pieve di Cento interesserà complessivamente oltre 3 mila famiglie e oltre 400 attività.

Il kit si ritira direttamente al Punto Smeraldo dal 5 al 17 dicembre

Le famiglie di Pieve di Cento potranno ritirare direttamente il kit al Punto Smeraldo previsto dal 5 al 17 dicembre presso il Palazzo Municipale (con accesso da via Gramsci n.7) il lunedì e giovedì dalle 8 alle 14, il martedì, mercoledì e venerdì dalle 14 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Successivamente, a partire dal 19 dicembre, si potrà ritirare il tutto recandosi all’Ecosportello comunale, in Municipio, sempre con accesso da via Gramsci n.7, il martedì dalle 8 alle 10; alla stazione ecologica in via Zallone 32 a Pieve di Cento il sabato dalle 8 alle 12; all’Ecosportello Hera in via Garibaldi n. 8 a San Giorgio di Piano, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e il giovedì dalle 14 alle 15.30.

Una capillare campagna di informazione. Previsti incontri pubblici e punti informativi

è capillare la campagna di comunicazione che mira a raggiungere tutti i cittadini per accompagnarli in questi adeguamenti del servizio. Numerose sono infatti le iniziative previste: lettera a tutte le famiglie e attività (in corso di recapito), dal 5 dicembre consegna dei materiali al Punto Smeraldo, appositi punti informativi per eventuali chiarimenti e incontri pubblici.

Questi ultimi sono in programma il 29 novembre alla Sala Dafni Carletti – Corte Battistelli con inizio alle 20.45; il 6 dicembre (assemblea online) con inizio alle 18.30, in questo caso per partecipare basta consultare la pagina in diretta online sul sito www.gruppohera.it la-raccolta-nel-tuo-comune dove saranno pubblicate le informazioni per accedere all’incontro.

I punti informativi invece si terranno il 9 e il 16 dicembre dalle 8.30 alle 12.30 al mercato cittadino in piazza A. Costa.

Per usare al meglio i servizi è sempre possibile consultare il sito www.ilrifiutologo.it, utilizzare l’app gratuita di Hera il Rifiutologo o chiamare i numeri gratuiti 800 999 500 per le famiglie e 800 999 700 per le utenze non domestiche del Servizio Clienti del Gruppo Hera (attivi entrambi dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18).

Servizio a domicilio di consulenza dedicato alle attività produttive e ai condomini

E’ stata avviata in queste settimane anche un’attività di ascolto e consulenza tecnica da parte di Hera dedicata alle attività produttive e ai condomini, finalizzata a rinnovare le informazioni sui servizi a disposizione e rilevare eventuali esigenze specifiche in merito alla raccolta dei rifiuti. In particolare, nei condomini i bidoni carrellati per l’indifferenziato e per l’organico saranno sostituiti dai bidoncini per le singole utenze.