MUBIT Bologna
(©Shutterstock.com)

Il Palazzo dello Sport della città ospiterà il Museo del Basket Italiano

Sono iniziati i lavori per realizzare il Museo del Basket Italiano (MUBIT) all’interno del PalaDozza. Il Palazzo dello Sport di Bologna ospiterà una vera e propria agorà del basket con aree didattiche per giovani, scuole e famiglie, oltre che uno spazio eventi per incontri e presentazioni. Il progetto del Museo è sviluppato insieme alla Federazione Italiana Pallacanestro (FIP), che svolge un ruolo fondamentale di supporto e che ha messo a disposizione le sue indispensabili competenze e risorse nel settore del basket.

I lavori appena iniziati – che hanno un valore pari a un milione di euro – dureranno fino all’autunno inoltrato e prevedono nell’area interessata al Museo la demolizione di tutte le parti interne, dei controsoffitti, degli impianti e degli arredi fissi e la loro sostituzione. È inoltre prevista l’apertura di nuovo ingresso verso piazza Azzarita, con contestuale modifica della scala di accesso e l’installazione di una piattaforma disabili, oltre a un ascensore nel piano interrato.

Verrà realizzata una nuova pavimentazione nel solaio della terrazza che affaccia su piazza Azzarita che diventerà anche un playground.Terminata questa fase di cantiere inizierà l’allestimento del Museo, che durerà circa tre mesi.

Il MUBIT interesserà in maniera diffusa tutto il PalaDozza. L’area che fino a qualche anno fa ospitava gli uffici del Coni sarà dedicata in modo particolare a mostre temporanee e contenuti multimediali. Il progetto di allestimento prevede, oltre a un’ampia e differenziata capacità espositiva, anche una riconfigurazione complessiva degli spazi che faciliti l’organizzazione di eventi e incontri.
Il percorso narrativo sarà in larga parte caratterizzato da supporti multimediali in grado di far vivere al visitatore un’esperienza emotivamente coinvolgente e di favorire l’interazione del visitatore con la storia del basket. La parte tecnologica prevede stazioni interattive di realtà aumentata e tattiche di gaming per far scoprire ai visitatori le tecniche di gioco e per testare le abilità cestistiche.

“Con l’inizio dei lavori il Museo del Basket Italiano diventa realtà – dichiara Matteo Lepore, assessore allo Sport del Comune di Bologna – Bologna è Basket City, per questo abbiamo lavorato affinché il museo nascesse qui, sotto le Due Torri, dove la passione sportiva per la pallacanestro si vive sia sugli spalti, sia sui tanti playground in città. Il PalaDozza aprirà le porte a tifosi, atleti e a chiunque vorrà scoprire la storia italiana del basket. Sarà un elemento attrattivo per la zona e per l’intera città. Un modo per ripartire e attrarre turismo ed economia”.

“Ci esalta che la nascita del Museo del Basket coincida con il centenario della Federazione – sottolinea Giovanni Petrucci, presidente Federazione Italiana Pallacanestro – Ci inorgoglisce che un ente museale, in una città che ama il basket, sia una forte testimonianza di quello che siamo stati e che riesca anche a dare importanti indicazioni per il futuro. Siamo all’inizio dei lavori di un Museo fortemente voluto dal Comune di Bologna, in una struttura che già di suo è uno dei templi del basket, e che nasce in un momento particolare per il Paese. Ringrazio l’assessore Matteo Lepore e tutta l’amministrazione per aver lavorato, con il suo staff, contro tante difficoltà, a testimonianza, ancora una volta, che il basket è vita, una vita che ci piace tanto”.