Valsanterno Sanpaimola derby ottobre2021

Contro un’avversaria mai doma decidono la doppietta di Sciuto e il primo gol in maglia valligiana di Zaganelli: tre punti vitali per la formazione di Felice e Paterna

Finalmente, un urlo liberatorio che prova a cancellare un mese difficile in casa Valsanterno, tra positività al Covid e qualche infortunio di troppo. Il fischio finale della gara contro il Sanpaimola sancisce la prima vittoria stagionale per la formazione valligiana, tanto sofferta quanto desiderata e giunta al termine di un match nel quale gli avversari, nonostante tre quarti di gara in inferiorità numerica, a tratti riescono a mettere alle strette Vallante e compagni. Nonostante la sofferenza, però, arrivano tre punti di vitale importanza, che consentono di allungare proprio sulla formazione di Conselice.

La prima occasione vera è di firma ospite: su un pallone perso in malo modo dalla Valsanterno il Sanpaimola riparte in velocità e chiude l’azione con il diagonale di Bonavita respinto da Sartiani (13’). Al 17’ risponde Cavini con una conclusione di sinistro a lato, seguita dall’evento che cambia il match: al 22’ Senese sfreccia sulla destra e mette sul fondo, la palla supera Masetti ma, sulla riga di porta, Mazza anticipa Cavini con una mano. Rigore ed espulsione diretta per il numero 2 ravennate, raro caso di doppia sanzione giustificato, con il nuovo regolamento, dal cosiddetto comportamento antisportivo. Dal dischetto Sciuto spiazza Masetti (1-0) e mette la partita sul verso giusto, ma i locali calano la tensione e il Sanpaimola perviene al pari al 34’, con la conclusione da fuori di Simone Alessandrini che batte Sartiani all’angolo basso alla sua destra (1-1). Meno di 120 secondi e su punizione Amadori centra la parte alta della traversa, facendo tremare i tifosi di casa.

Nella ripresa i valligiani entrano in campo concentrati e rimettono la testa avanti al 55’: punizione tagliata di Pasotti sulla quale Zaganelli impatta di testa battendo il classe 2005 Farina, subentrato a Masetti nella prima frazione di gara (2-1). Sfortunato il Sanpaimola al 65’ sulla conclusione di Simone Alessandrini, il giocatore più pericoloso dei suoi, che sbatte sul palo interno e torna in campo. Smaltita la paura, la Valsanterno allunga con un’altra punizione di Pasotti che trova la deviazione di Sciuto, di tacco, sul primo palo (3-1, 70’). L’agonia, però, è prolungata: angolo di Pagani e la testata di Mengolini, al 72’, riporta gli ospiti a un solo gol di distanza (3-2). Ultimo brivido, al minuto 86, con Pagani che raccoglie una conclusione sporca dal limite e dagli 8 metri calcia a lato di pochissimo, preludio all’assalto finale dei giallorossoblù che però non scalfisce né Sartiani, né la vittoria valligiana.