Imola autodromo dallalto
L'Autodromo imolese (PriceM - Shutterstock.com)

Sino al 2025 firmato l’accordo per ospitare l’evento motoristico all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari

Ora lo si può dire con certezza: è un accordo davvero storico, che riempie di gioia e emozione tutta la città di Imola. Perché permetterà non solo al territorio imolese ma anche alla Città Metropolitana di Bologna e a tutta l’Emilia-Romagna, che è la terra di una famosa e intraprendente Motor Valley, di tornare ad attrarre sviluppo, investimenti e a progettare nuove opportunità di lungo periodo. Dalle aziende dirette del settore, tutto l’indotto, fino all’ospitalità del pubblico e degli addetti ai lavori. Oltre ad una nuova immagine internazionale nel mondo che può aiutare tutta l’Italia. Sperando, grazie al Green Pass, di tornare a goderci le emozioni dell’F1 in presenza e tutti insieme!

Sino al 2025 Imola ospiterà nuovamente il Gran Premio di Formula Uno.

“E’ il risultato di un lavoro di squadra straordinario, che ha visto impegnata con forza la Regione Emilia Romagna con il suo Presidente Stefano Bonaccini ma anche un intervento diretto di Palazzo Chigi e dello stesso Premier Mario Draghi per sottoscrivere l’accordo garantendo l’investimento economico necessario. Una scelta strategica di oltre 20 milioni di euro all’anno: di cui 12 mln provengono da fondi nazionali, 5 mln dalla Regione, 2 dal Con.Ami e 1 dall’ACI – spiega soddisfatto il sindaco Marco PanieriIl Comune di Imola ha accompagnato questo cammino creando le condizioni territoriali, insieme al Con.Ami e alla governance dell’Autodromo. Voglio ringraziare tutti i partner, territoriali e nazionali, che hanno collaborato per questo risultato. In particolare rivolgo un pensiero a Stefano Domenicali, nostro concittadino e AD di Formula One Group”.

Il Circuito dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola torna stabilmente con il suo posto nel calendario del mondiale di Formula Uno, la sua posizione naturale e storica. “E in quest’operazione, fatemelo dire da sindaco, ci sono anche la grinta e la speranza di un territorio che finalmente sta tornando ad avere fame di futuro! Oggi aggiungiamo un altro importante tassello al nostro cammino per far tornare Imola protagonista, nel rilancio del nostro tessuto economico, sociale e sportivo, anche attraverso il progetto Terre&Motori” – conclude Panieri.