Logo Sporting Valsanterno

Sul difficile terreno di gioco del Pambera arriva il decimo risultato utile consecutivo valligiano. A segno Biagi e Ferretti nel 2-2 finale

Imbattibilità mantenuta, ma non basta per conservare il primato. La Sporting Valsanterno impatta al temibile Pambera, campo di gioco sul quale spesso e volentieri la squadra locale, la Juvenilia Chicco Ravaglia, ha maturato le proprie fortune. La contestuale vittoria del Castel del Rio in casa della Tozzona Pedagna, infatti, cagiona il sorpasso in classifica: 23 punti per gli alidosiani contro i 22 di Civolani e compagni, al decimo risultato utile consecutivo e al di là di ogni previsione di inizio anno.

I valligiani passano in vantaggio al 23’ con Biagi, che in ripartenza infila Bocci sul primo palo con una conclusione potente. Nessun timore reverenziale per gli uomini di Martini al cospetto dell’avversaria: il fortino casalingo, però, regge per qualche imprecisione offensiva di troppo che non consente agli ospiti di raddoppiare. L’espulsione di Bianchi, anziché limitare le offensive locali, irrobustisce il morale di una formazione di casa che al 61’ perviene al pareggio con Stema, che sfrutta l’assist di Tumolo per siglare l’1-1.

Il rosso a Columbu ripristina la parità numerica, mentre quella del campo viene violata, al 77’, dalla conclusione di Dalmonte che, causa una deviazione fortuita di Giovannini, non lascia scampo a Rensi per il vantaggio Juvenilia che, tuttavia, dura appena 6 minuti: Vega spizza per Ferretti che, di tacco, sigla il definitivo 2-2. Prima del triplice fischio finale la Sporting resta addirittura in 9 per l’espulsione di Conti, ma il risultato non varia.