Imola memorial Matteo Bagnaresi
(©Ufficio Stampa Comune Imola)

Al momento, hanno confermato la presenza, fra gli altri, per l’Imolese: Menghi, Gabriellini, Ballacci, Mambelli; per il Parma: Ballotta, Osio, Melli, Apolloni; per la Sampdoria: Mannini, Esposito, Pagliuca, Vierchowod

Sabato 1 ottobre, con inizio alle ore 15, al Centro Sociale “La Stalla”, si svolgerà il 1.o Memorial “Matteo Bagnaresi”, triangolare tra vecchie glorie del calcio a cui prenderanno parte le formazioni di ex giocatori di Parma, Sampdoria e Imolese. Il triangolare è dedicato alla memoria di Matteo Bagnaresi, il tifoso originario di Imola che si era trasferito a Parma con la famiglia, venuto a mancare a marzo 2008, in un tragico incidente durante la trasferta per seguire la partita Juventus – Parma.

Al memorial, ad oggi hanno confermato la presenza, per l’Imolese: Menghi, Pressi, Fusari, Ferretti, Gabriellini, Ballacci, Mambelli, Muzzi, Turrini, Mordini, Spezia. Per il Parma: Ballotta, Osio, Melli, Ze Maria Pizzi, Giandebiaggi, Apolloni; per la Sampdoria, Mannini, Esposito, Pagliuca, Vierchowod. Sono stati invitati anche a Mancini, Evani ed Enrico Chiesa. Il triangolare prevede partite di 40 minuti.

La Fondazione “Matteo Bagnaresi”“Una curva allo stadio Tardini di Parma lo ricorda, perché Matteo amava la sua squadra, tifando da quegli spalti insieme agli amici Boys, oltre a scrivere articoletti sui giornali locali e a collaborare alla creazione delle coreografie” spiegano Bruno Bagnaresi e Cristina Venturini, i genitori di Matteo, che aggiungono “con la Fondazione dedicata a Matteo, come famiglia abbiamo voluto dare continuità agli ideali solidaristici di Matteo, abbracciando anche, nel suo mondo di ragazzo, la passione sportiva che appunto lo animava”.

La fondazione che porta il suo nome si occupa primariamente di sostegno allo studio per i più deboli nella città di adozione e in quella nativa. A Parma è sorta “Casa Matteo” dal 2009, a Imola, dal 2011, attraverso l’incontro con altre drammatiche situazioni, opera la sede locale, con le Aule Alessia e Chiara. Oggi, tra Parma e Imola, sono oltre 60 i volontari, quasi sempre insegnanti o docenti in pensione, che seguono nello studio, in modo gratuito, 150 ragazzini e ragazzine in difficoltà socio economica oltre che scolastica, dalle elementari all’università, oltre ad avviare progetti solidali e sostenere iniziative di vario genere. 

L’idea del Memorial – Nello specifico, l’idea di un confronto sul campo di calcio tra ex glorie blucerchiate, rossoblù e gialloblù è finalizzata a una buona causa: l’ingresso per gli spettatori del torneo sarà a offerta libera e il ricavato andrà alla “Fondazione onlus Matteo Bagnaresi” per lo sviluppo di progetti a favore della collettività. A presentare il triangolare saranno Nearco e Manuela Salici. L’idea del triangolare fra vecchie glorie è nata da Luca Salvadori, Presidente del Sampdoria Club Imola. “Vuole essere un pomeriggio di sport, amicizia e divertimento, in nome della solidarietà” ha detto Luca Salvadori, che attraverso Moreno Mannini, imolese ex giocatore della Sampdoria, ha contattato non solo gli ex calciatori, ma anche il presidente della società blucerchiata, Lanna, che ha condiviso il progetto. “Al presidente Lanna, agli ex calciatori delle tre società, a tutti coloro che ci sostengono a cominciare dal Comune di Imola, con il sindaco Panieri in testa e dal presidente del centro sociale La Stalla, Cavini ed a tutti gli sponsor va il mio ringraziamento”.

Un grazie a tutti i sostenitori dell’iniziativa è venuto anche da Gabriella Pirazzini, coordinatrice della sede imolese di “Casa Matteo”, che ha sottolineato “come il connubio fra la Fondazione Bagnaresi e lo sport abbia dato frutti belli”.

“Ci tenevo a partecipare a questa presentazione perché conosco l’ottimo lavoro svolto dalla Fondazione Bagnaresi e collegare solidarietà e sport è giusto e molto bello. Lo sport unisce e aiuta a superare gli ostacoli. Il nostro essere al fianco dell’iniziativa vuole testimoniare il grande abbraccio di tutta la nostra comunità alla Fondazione Bagnaresi e a tutti coloro che vi operano” ha concluso da parte sua il sindaco Marco Panieri.

A patrocinare e sostenere l’iniziativa sono il comune di Imola, l’Associazione Atleti Azzurri e Olimpici d’Italia – sezione di Imola, Panathlon Club Imola, Clai, Giovannini Vini, Ci siamo sempre, Sampdoria Club Moreno Mannini, BCC Ravennate forlivese Imolese, Centro Sportivo Italiano – sezione Imola, Centro Sociale La Stalla.