Valsanterno comunicato
(Ufficio Stampa Valsanterno 2009)

Campi ferraresi indigesti per i valligiani: dopo Masi Torello Tumolo e compagni cadono anche nelle Terre del Reno con i gol di Daniel e Gessoni

Per fortuna che due trasferte su tre nel ferrarese sono già state giocate, verrebbe da dire. Dopo l’1-0 di Masi Torello, la Valsanterno cade anche a Sant’Agostino con il doppio scarto, frutto di una prestazione sottotono dei valligiani, spesso e volentieri costretti sulla difensiva dall’organizzata formazione ferrarese. Eppure per settanta minuti il risultato rimane in equilibrio: solo il gol di Daniel piega la resistenza ospite, poi definitivamente annientata nel recupero dalla rete di Gessoni.

Prima frazione di gioco che si apre con un’occasione per parte, entrambe nate da un calcio di punizione: al 6’ Thomas Ragazzini spedisce a lato a seguito di uno scambio con Simone, mentre due minuti dopo Gherlinzoni non trova la porta da ottima posizione. Il Sant’Agostino mostra da subito un piglio deciso e un discreto controllo della partita, la Valsanterno regge senza soffrire troppo, complicandosi la vita perdendo qualche pallone di troppo nella propria metà campo, dai quali nascono le principali occasioni locali: al 28’ Zappi saggia l’attenzione di Sammarchi con un tiro respinto dal portiere, al 31’ Gessoni calcia a lato da buona posizione mentre al 33’ è il palo a salvare i valligiani sulla conclusione al volo di Iazzetta su schema da corner. Sul fronte opposto, Costantino è impegnato a respingere di pugno il tiro potente ma non eccessivamente angolato di Tumolo al 35’, mentre la punizione da oltre 30 metri dello stesso attaccante ospite (42’) finisce alta.

Nella ripresa è ancora il Sant’Agostino a cercare di fare gioco, ma Sammarchi è inoperoso fino al 66’, quando blocca la conclusione debole e centrale a seguito della progressione palla al piede di Savino. Ben più pericoloso, dopo meno di sessanta secondi, è Gherlinzoni, che su un lancio lungo di Gessoni vince lo scontro fisico con Filippo Ragazzini e calcia alto. È il preludio alla rete che sblocca il match: è il 70’ quando il corner a rientrare di Gessoni viene colpito di testa, in maniera vincente, da Daniel (1-0). La reazione Valsanterno è improduttiva e non crea grattacapi all’estremo difensore locale, mentre sul fronte opposto Savino non è preciso al minuto 82, con un tiro a lato dal limite dell’area. Ci pensa Gessoni a chiudere il match al 91’, sfruttando un rimpallo per calciare alle spalle di Sammarchi dai 20 metri (2-0).