Fabio Paterna
(©Ufficio Stampa Valsanterno 2009)

Si conclude la parentesi valligiana del tecnico imolese, giunto in squadra nel 2015 da giocatore per poi passare progressivamente al ruolo di direttore sportivo, co-allenatore insieme a Felice e tecnico in solitaria

La Valsanterno 2009 comunica ufficialmente il termine del rapporto con Fabio Paterna, che non sarà più l’allenatore della squadra militante nel campionato di Eccellenza. Una decisione difficile, frutto del momento attuale e di una situazione di classifica deficitaria, ma che non cancella in alcun modo il legame indissolubile di Fabio con la società.

Giunto in Vallata nella stagione 2015-2016, con la Valsanterno in Seconda Categoria, Paterna è stato tra i principali protagonisti della scalata che ha portato il nostro sodalizio nel massimo campionato regionale. Due promozioni consecutive maturate sul campo, con il salto in Prima Categoria e poi in Promozione, per poi appendere le scarpette al chiodo nel 2018 – forte di un bottino complessivo superiore alle 50 reti in 3 stagioni – e indossare con effetto immediato i panni del Direttore Sportivo.

Nello stesso anno, poi, a seguito delle dimissioni di Dardozzi dalla panchina valligiana, Paterna ha rivestito il ruolo di co-allenatore con Gian Carlo Felice, senza abbandonare la direzione sportiva (carica poi abbandonata nell’estate del 2020 con l’arrivo di Daniele Maiardi) e guadagnando il salto in Eccellenza nel 2020, con la squadra al primo posto in classifica all’atto della sospensione dei campionati nel mese di Marzo. Categoria, quest’ultima, poi mantenuta nella passata stagione a seguito dei playout contro il San Pietro in Vincoli. Negli ultimi mesi, a seguito dell’addio di Felice, Paterna ha rivestito il ruolo di tecnico in solitaria.

Niente e nessuno potrà cancellare l’innegabile apporto di Fabio Paterna alla causa della Valsanterno, la sua abnegazione e il suo contributo di professionalità, fondamentale per la crescita collettiva avuta negli anni. Tutta la società ci tiene a ringraziare Fabio per i 7 anni trascorsi insieme e augura allo stesso le migliori fortune per la propria carriera sportiva, nella speranza che questa possa eguagliare, se non superare, quella professionistica da calciatore.

La squadra, in attesa dell’individuazione di un sostituto, sarà momentaneamente affidata al vice allenatore Fabrizio Tronconi e al preparatore dei portieri Gabriele Monti per preparare il match di Coppa Italia previsto per mercoledì 26 ottobre in casa del Medicina Fossatone.