Valsanterno comunicato
(Ufficio Stampa Valsanterno 2009)

La doppietta di Salomone è letale per una Valsanterno che prosegue nel proprio periodo di astinenza da gol: sesta partita consecutiva a secco per l’attacco valligiano

Nove sconfitte e sei gare senza reti consecutive, con tanto di ultimo posto in classifica (pur alla pari con il Del Duca Grama). Il bilancio negativo della Valsanterno prosegue a Russi (2-0) e si aggrava a causa della vittoria dell’ex fanalino di coda Comacchiese, prossima avversaria valligiana nell’anticipo di sabato. Eppure, per quanto il piatto pianga la classifica non fa risuonare ancora le campane a morto, dato che chi precede prosegue a rilento: la zona playout rimane a 6 punti di distanza. Per risalire servirà invertire quanto prima la rotta, magari recuperando qualcuno della lunga schiera di assenti nella sfida odierna: a parte il lungodegente Senese, mancano in ordine sparso Caroli, Capasso, Borini e Tumolo, tutti potenziali titolari dell’undici valligiano.

A Russi i valligiani reggono nel primo tempo, chiusosi a reti inviolate. Nei primi 5’ Brigliadori da una parte e Valentini dall’altra calciano centrale senza impensierire i portieri delle due fazioni, mentre al 21’ Zaganelli colpisce a lato di testa su corner di Montebugnoli. Il Russi cresce alla distanza con la punizione rasoterra di Brigliadori (25’) ben respinta da Sammarchi e poi con Salomone e Garavini che tra il 30’ e il 31’ non inquadrano lo specchio della porta, così come Mattia Tonini sponda Valsanterno due minuti più tardi. La maggiore occasione della frazione è di marca locale e passa per i piedi di Saporetti, che al 42’ da ottima posizione spara alto al termine di una buona azione combinata dei ravennati.

Nella ripresa è Brigliadori, invece, a graziare la Valsanterno con una conclusione alta a porta sguarnita (48’), subito prima dell’episodio che risulta essere chiave di volta alla sfida. Filippo Ragazzini, rimasto a terra nell’occasione appena descritta e prossimo al cambio insieme a Montebugnoli, che accusa un giramento di testa ed è costretto a uscire – particolare che causa un notevole delay cronometrico – è oggetto di un fraintendimento arbitrale che pare invitarlo a rientrare, quando invece viene richiesto a Sammarchi di riprendere il gioco: secondo giallo ed espulsione per il difensore valligiano.

In 10 la squadra ospite fatica a reggere e accusa il colpo quando al 61’ Salomone ribatte a rete una parata di Sammarchi su conclusione di Brigliadori (1-0), senza riuscire a reagire nei minuti successivi in cui possesso palla e cambi congelano il risultato fino al minuto 84, quando lo stesso Salomone viene lanciato a rete in profondità e beffa Sammarchi con un tocco morbido in uscita (2-0). Tre minuti dopo Garavini sfiora il tris con una punizione rasoterra, appena deviata dalla barriera a pochi passi dal palo alla sinistra di Sammarchi, ultima occasione di un match che si prolunga, senza sussulti, fino al 98’.