Valsanterno comunicato
(Ufficio Stampa Valsanterno 2009)

Dopo nove sconfitte consecutive arriva lo 0-0 con la Comacchiese: meglio gli ospiti nella prima frazione, nella seconda crescono i valligiani che però non riescono a trovare lo spunto buono

Non si frena l’emorragia di gol, ma almeno si ferma quella di punti. Arriva a sette partite la serie di gare senza reti siglate dalla Valsanterno, ma almeno lo 0-0 con la Comacchiese interrompe la poco gradita sfilza di nove sconfitte consecutive. Un match da un tempo a testa tra le due contendenti: meglio gli ospiti nel primo tempo, mentre nel secondo i valligiani fanno qualcosa in più, pur senza trovare l’occasione della prima vittoria in campionato.

Il match si accende tra il 20’ e il 30’ con una triplice occasione di firma Comacchiese: la prima e più importante passa per i piedi di Tomasi al 21’, ma la progressione solitaria a campo aperto si chiude con il tiro centrale. Pericoli maggiori per Sammarchi sono la conclusione da fuori di Neffati al 25’, respinta dall’estremo difensore, e quella di Sorrentino quattro minuti dopo con un colpo di testa alto su corner di Biolcati. Ancora Tomasi, al 32’, anticipa Betti di testa sul cross di Folegatti: Sammarchi blocca.

La Valsanterno cresce nella parte finale della prima frazione e si conferma nella seconda: Thomas Ragazzini tira alto dal limite sull’azione nata dal cross di Borini respinto dalla difesa (53’). Al 65’, invece, la bella azione combinata sull’asse Montebugnoli – Valentini viene finalizzata con il cross di quest’ultimo e il colpo di testa a lato di Mattia Tonini. Ancora Valentini, al 68’, non riesce a concludere bene di sinistro su un pallone vagante, incrociando eccessivamente la conclusione. Un brivido per parte nei minuti di recupero, entrambi al 92’: Cottignoli para sul tiro di Tumolo reso insidioso da una deviazione difensiva, sulla ripartenza il cross basso di Centonze viene deviato sottomisura da Tedeschi, ma l’attaccante imolese in forza ai comacchiesi tocca senza imprimere angolazione alla palla.