Valsanterno comunicato
(Ufficio Stampa Valsanterno 2009)

Succede tutto negli ultimi 10’: la doppietta dell’attaccante classe 1985, arrivato in settimana dopo un periodo di inattività, decide la gara insieme al gol di Scalise per la seconda vittoria stagionale valligiana

La seconda vittoria stagionale della Valsanterno porta la firma di Francesco Cataldi, attaccante classe 1985 arrivato in Vallata in settimana e schierato nei venti minuti finali da mister Biagi: prima un gol su rigore e poi una perla su punizione garantiscono la vittoria a Resta e compagni, che lasciano l’ultima piazza in classifica e adesso si giocheranno una buona fetta delle speranze salvezza domenica sul campo amico contro il Sant’Agostino.

Parte meglio il Cattolica, che al minuto 8 va al tiro con Togni: scambio veloce con Docente e conclusione a lato del numero 3 di casa. La gara, giocata integralmente sotto una pioggia battente, vive di un gioco spesso frammentato senza particolari sussulti lungo tutta la prima frazione. Suzzi saggia i riflessi di Mariani al 19’ con una conclusione rasoterra resa insidiosa da una deviazione difensiva e respinta dall’estremo difensore, sul fronte opposto Docente, principale pericolo tra i locali, calcia di poco alto in girata su cross di Giosuè. Stesso canovaccio nella seconda frazione, nella quale il primo pericolo per la porta di Sammarchi giunge al minuto 60 sul forcing del Cattolica chiuso dalla conclusione di Coppola, ribattuta in corner dal numero 1 ospite.

La Valsanterno, dopo qualche minuto in apnea, riemerge al 65’ con la conclusione improvvisa di Bali parata di pugno da Mariani. Un match apparentemente destinato alla parità si accende a partire dal minuto 81: azione combinata nata dai piedi di Castaldo, appena entrato, con seguente conclusione che trova una deviazione di mano all’interno dell’area.

Cataldi, incaricatosi della battuta dal dischetto, calcia potente e centrale con il pallone che sbatte sulle gambe di Mariani, sulla traversa e si deposita in rete (0-1). Il gol fa infuriare gli ultras di casa, già in area di contestazione nel primo tempo, con un lancio di fumogeni e petardi che porta alla sospensione provvisoria della gara. Si riparte dopo 5’ e al primo affondo il Cattolica pareggia: Docente si invola verso la porta e colpisce da posizione defilata alle spalle di Sammarchi (1-1).

Ma non è ancora scritta la parola fine: nemmeno 60 secondi e Cataldi si guadagna una punizione dai 20 metri, finalizzata in maniera impeccabile dalla stessa punta con pallone che scavalca la barriera e si adagia dolce in rete (1-2). Con il Cattolica sbilanciato in avanti la Valsanterno affonda il colpo del definitivo knock-out: contropiede con tiro di Castaldo ribattuto da Mariani, la palla resta in area e dopo un batti e ribatti Scalise deposita nella porta sguarnita (1-3). Nel lungo recupero concesso dal direttore di gara il Cattolica spinge senza mai impegnare Sammarchi fino al fischio finale, che consegna alla Valsanterno i tre punti e la conferma che si può ancora lottare per salvaguardare la categoria