Piscina Medicina
(©Ufficio Stampa Comune Medicina)

Sono 154 le ragazze e i ragazzi che partecipano all’iniziativa

Con la finalità di favorire la socializzazione e promuovere un’azione educativa della pratica motoria come stile di vita, l’Amministrazione comunale finanzia anche nel 2023 il progetto “Tutti in Acqua” in collaborazione con il Liceo Giordano Bruno e la piscina comunale di Medicina.

Il programma è cominciato a metà marzo e si concluderà a fine maggio. Le attività si svolgono in vasca durante le ore curricolari di scienze motorie per consentire agli alunni di 8 classi di frequentare 5 lezioni di nuoto, per un totale di 40 lezioni.

Tutte le lezioni, con una durata di 60 minuti, sono tenute da istruttori qualificati delle associazioni Nuovo Nuoto e Nuoto 51 e hanno come obiettivo il potenziamento della salute e del benessere attraverso l’apprendimento delle diverse tecniche di nuoto, pallanuoto, acquafitness e tecniche di salvamento.

Nel 2022 avevano fruito dei corsi 6 classi del Liceo Giordano Bruno. Quest’anno invece sono state inserite altre 2 classi, raggiungendo così un totale di 154 ragazze e ragazzi che partecipano all’iniziativa.

In un periodo molto difficile per le gestioni di impianti natatori, dovuto prima alla pandemia e poi al caro bollette, l’Amministrazione comunale rafforza l’interesse nel supportare la gestione della piscina e tutti i progetti legati alle scuole e allo sport.

Come lo scorso anno, nei mesi di luglio e agosto, saranno riproposti gli ingressi gratuiti alle piscine per le bambine e i bambini che frequenteranno i centri estivi comunali.

“Sono molto lieta della risposta positiva che ha avuto negli anni questa importante iniziativa, motivo per il quale è stata confermata e ampliata per raggiungere ancora più classi. Il progetto è nato con l’intento di sostenere le ragazze e i ragazzi favorendo i rapporti di socializzazione mediante lo sport. Questa Amministrazione continua a impegnarsi per creare un percorso educativo e culturale che promuove lo sport come stile di vita” – dichiara l’assessore all’Istruzione Dilva Fava.