Ivan Marcelo Potepan
(©Ufficio Stampa Valsanterno 2009)

Con il big match contro l’Osteria Grande alle porte, il tecnico dei valligiani dice la sua al giro di boa: “Bilancio positivo e ci sono ancora margini di crescita, non dobbiamo accontentarci”.

34 punti in classifica dopo 17 gare disputate, con una media esatta di due punti per match, miglior attacco del girone e un recente bilancio difensivo che parla di una sola rete subita (peraltro allo scadere nell’1-3 in casa della Portuense) nelle ultime cinque partite. Al giro di boa del campionato la Valsanterno dimostra di aver smaltito le scorie dell’amara retrocessione dello scorso anno, inserendosi a pieno titolo nella corsa playoff con il secondo posto che oggi dista solo due punti.

Merito da attribuire a una squadra che ha mostrato una progressiva crescita nel corso della stagione, sapientemente guidata da mister Ivan Marcelo Potepan, con il quale abbiamo tracciato un bilancio relativo al girone d’andata, con occhio vigile al big match che riaprirà le danze domenica 7 gennaio: al Comunale di Borgo Tossignano, alle 14.30, arriverà la capolista Osteria Grande, capace di ottenere sinora ben 46 punti sui 51 complessivamente a disposizione.

«Dopo 5 mesi e mezzo dal mio insediamento il bilancio è senz’altro positivo», esordisce Potepan. «Ho trovato una società seria e organizzata, che non ci fa mancare nulla e ha messo me e il mio staff nelle condizioni migliori per svolgere e sviluppare il nostro lavoro. Ho a disposizione un organico molto giovane, che ha voglia di emergere e imparare sin da ogni singola seduta di allenamento: sono molto soddisfatto di come hanno rappresentato la società dentro e fuori dal campo. Pur essendo insieme da poco siamo riusciti a lavorare molto su un cambio di mentalità, votato a giocare da protagonisti senza adattarsi agli avversari, aspettandoli, e ne è dimostrazione sia l’ottimo ruolino di marcia fuori casa, sia la prestazione messa in atto nel derby contro il Fontanelice, partita a cui sia noi che i tifosi tenevamo particolarmente anche perché non si disputava da tanto tempo. Abbiamo grandi margini di crescita e nel girone di ritorno non dovremo accontentarci, continuando il nostro percorso con gli obiettivi prefissati».

«Domenica contro l’Osteria Grande sarà un match difficile e importante»,continua il tecnico argentino, «e sono convinto sarà tutta un’altra partita rispetto all’andata: all’epoca eravamo ancora una squadra in evoluzione, con alcuni elementi assenti e altri appena arrivati senza aver svolto la preparazione e, nonostante questo, riuscimmo a sviluppare un volume di gioco superiore al loro, perdendo per una disattenzione su una palla inattiva. Sfideremo una squadra solida difensivamente, con molte individualità notevoli che hanno calcato categorie superiori fino a pochi mesi fa e alternative valide; dal canto nostro dobbiamo riprendere da dove abbiamo concluso l’andata e sfornare una prestazione all’altezza se vogliamo continuare a scalare la classifica. Ho grandissimo rispetto per l’avversario ma, ancora di più, tantissima fiducia nei ragazzi che alleno».

Obbligatoria una chiusura sul ruolo di Responsabile Tecnico del settore giovanile agonistico, qualifica assunta da mister Potepan già nel mese di settembre. «L’ambiente di lavoro che ho trovato è piacevole, con allenatori preparati, pronti e aperti a migliorarsi continuamente. Abbiamo un grande settore giovanile con tantissimi e validi ragazzi del posto, sul quale stiamo lavorando portando avanti una metodologia di allenamento efficace. A Borgo Tossignano lavoro a strettissimo contatto con la Juniores e seguo spesso, soprattutto nei weekend, anche le altre squadre che si allenano e giocano a Casalfiumanese. Ne approfitto per ringraziare il Responsabile Valentino Apata, tutti gli allenatori e i ragazzi della Valsanterno per l’impegno profuso e augurare a tutti un eccellente 2024, facendo ciò che amiamo e ci piace di più. Forza Valle!»