Calcio generica
(©Shutterstock.com)

I gol di Sciuto, Gallinucci e Abiba valgono la dodicesima vittoria consecutiva tra le mura amiche e la matematicità della post season contro un Casumaro coriaceo, ma non abbastanza incisivo.

Dodicesima vittoria interna consecutiva per una Valsanterno sempre più padrona del secondo posto in classifica e matematicamente qualificata ai play-off. La combinazione tra il 3-2 maturato contro il Casumaro e il pareggio del Solarolo, più immediata inseguitrice, allunga le distanze tra i valligiani e la principale contendente alla piazza d’onore, adesso distante cinque punti. Una partita sofferta per i ragazzi di mister Potepan, capaci di ribaltare l’iniziale svantaggio solo nel finale contro un Casumaro sempre più inguaiato nella zona calda della graduatoria, ma dimostratosi valido avversario nella contesa borghigiana.

Doccia fredda iniziale, antitetica rispetto alle elevate temperature primaverili registrate a livello climatico, per i padroni di casa: dopo un minuto e trenta secondi, infatti, il Casumaro sblocca con Guernelli, che approfitta di un perfettibile disimpegno difensivo valligiano e piazza alle spalle di Bracchetti (0-1).

Dopo dieci minuti di shock e spaesamento la Valsanterno guadagna progressivamente campo, pur latitando nelle conclusioni verso la porta di Saccenti. Ci pensa Sciuto, direttamente da calcio di punizione, a far sorridere i locali al 30’, con un tracciante preciso che attraversa la barriera e si spegne all’angolo basso alla sinistra dell’estremo ferrarese (1-1). Ancora Sciuto, quattro minuti più tardi, ha la palla del raddoppio ma il suo colpo di testa su cross di Valentini termina alto.

Seconda frazione che si apre con il cross basso di Bali che, al 50’, trova Simone all’impatto da pochi passi: il tap-in dell’attaccante esterno, però, termina alto. Bravissimo Bracchetti, sul fronte opposto, nel chiudere lo specchio a Barbieri nell’uno contro uno del 54’, con il pallone bloccato dal portiere di casa in due tempi.

I tiri a lato di Sciuto da una parte al 61’ e Guernelli dall’altra al 62’ non sortiscono particolari pericoli per i due estremi difensori, più insidiosi per Saccenti i colpi di testa di Bali (63’) e Franceschelli (71’), entrambi a lato di non molto. Il forcing valligiano viene premiato al 77’: cross da destra ribattuto dalla difesa e Gallinucci raccoglie la palla vagante in area, ribattendo a rete di destro (2-1).

Cinque minuti più tardi assolo di Abiba, che ruba palla a Ribello, supera Farina e si invola verso Saccenti, superandolo con un destro preciso (3-1). Il Casumaro si rifà vivo nel finale, assediando la controparte e trovando il gol della bandiera al 93’ con Nicoli, abile nel concludere a rete da pochi passi su un cross dalle retrovie (3-2).

Troppo tardi, però, per cambiare il destino della gara: festeggia la Valsanterno, sempre più vicina al traguardo prefissato, mentre il Casumaro trae segnali positivi, ma non punti dalla trasferta in terra valligiana.