Ciclovia Sole ciclisti
(Ufficio Stampa Bologna Metropolitana)

La Regione, capofila del progetto, sta predisponendo i protocolli d’intesa per dare il via ai nuovi cantieri

La Ciclovia del Sole, una delle tre importanti ciclabili nazionali che fa parte del grande itinerario europeo Eurovelo7 Capo Nord-Malta, sarà terminata, per la tratta emiliano-romagnola, entro il 2025.

La Regione Emilia-Romagna, capofila del progetto che coinvolge anche le Regioni Lombardia, Toscana e Veneto, sta infatti predisponendo i protocolli d’intesa con Provincia di Modena e Città Metropolitana di Bologna per trasferire gli 11 milioni di euro del Pnrr – Piano nazionale ripresa e resilienza – destinati all’infrastruttura e dare così il via ai nuovi cantieri.

I fondi sono ripartiti per 7,2 milioni di euro alla Città Metropolitana di Bologna e per 3,8 milioni alla Provincia di Modena, i soggetti attuatori dell’infrastruttura.

Le risorse modenesi serviranno, in particolare a realizzare il ponte a Concordia sulla Secchia.

“Vogliamo procedere spediti, insieme ai territori – afferma l’assessore regionale a Turismo e Infrastrutture, Andrea Corsiniper realizzare un’arteria fondamentale sia per la sostenibilità che per la promozione del turismo slow ed esperienziale. Due obiettivi, mobilità dolce e nuovi circuiti turistici, che intendiamo perseguire con determinazione per una completa valorizzazione del territorio”.

Al momento la Ciclovia è percorribile nel primo tratto di 46 km da Mirandola (Mo) a Sala Bolognese (Bo): con i fondi Pnrr si potrà completare tutto il tratto emiliano-romagnolo tra la Lombardia e la Toscana.