Trekking montagna
(Shutterstock.com)

Oltre 75 km di sentieri alla scoperta di storia, cultura e bellezza della zona

È stato inaugurato e presentato nei giorni scorsi sbvsoutdoor, il nuovo progetto per la valorizzazione della sentieristica del Comune di San Benedetto Val di Sambro: 5 anelli tematici di cinque colori diversi per scoprire e riscoprire il territorio a piedi, sulle due ruote o a cavallo, toccando tutte le frazioni. Oltre 75 km di sentieri che si immergono totalmente nella nostra storia, la cultura e la bellezza dei nostri borghi e soprattutto delle nostre comunità.

L’offerta si avvale di cinque percorsi ad anello che uniscono alla bellezza naturalistica l’impronta di quanti su questi nostri sentieri hanno vissuto, lavorato, costruito sedimentando un passato storico da noi particolarmente ricco e lontano.

Il progetto, che al momento ha portato alla realizzazione di un brand dedicato, alla sistemazione dei percorsi tematici arricchiti da apposita segnaletica, all’aggiornamento della carta escursionistica locale e alla realizzazione di una app per tutti gli approfondimenti, prevede altri step successivi di implementazione come, ad esempio, la realizzazione di pannelli informativi rappresentanti la mappa con gli itinerari e altre sorprese, multimediali e non.

Alessandro Santoni, sindaco di San Benedetto Val di Sambro: “Con questo bel progetto che ha visto coinvolto tutto il territorio, abbiamo dimostrato ancora una volta che la valorizzazione è un risultato generale e prioritario che l’Amministrazione persegue con una articolazione di azioni ed iniziative. Sul territorio comunale sono già attive note Vie internazionali (Via degli Dei e Via Mater Dei) marcate da una lunga percorrenza su più giornate. La sentieristica interessata dal progetto vede invece percorsi fruibili in 3 o 4 ore per un massimo di 15 km e dunque l’offerta deve essere attentamente indirizzata ad un diverso target di fruitori: famiglie e persone di ogni età, allenate o no. Il nostro scopo è favorire un turismo lento, stimolare l’economia, la consapevolezza ambientale, la bellezza delle nostre aree meno conosciute e raccontare una bellissima storia. Dunque, un progetto che va a completare l’offerta outdoor presente nel comune e che sta riscuotendo tanto successo inserendo l’anello, o meglio i cinque anelli che ad oggi mancavano“.