Turismo
(Shutterstock.com)

Un calendario fitto di proposte di qualità per attrarre sempre più viaggiatori nazionali e internazionali

Bologna e Modena: ci vieni, ti fermi e poi ritorni. Perché in questi territori trovi cultura, buon cibo e un’ampia offerta di proposte per la vacanza attiva e il relax. Oltre ai percorsi della Motor Valley, della Food Valley e del Cineturismo. Insomma, un ventaglio di attività per tutte le esigenze e tutte le età. 

E proprio attorno a questi punti ruota il piano di promozione turistica 2023 di Apt Servizi Emilia-Romagna condiviso con la Destinazione turistica Bologna-Modena e approvato dalla Regione che è stato presentato sotto le Due Torri, nella Sala degli Atti di Palazzo Re Enzo, dall’assessore regionale a Turismo e Commercio, Andrea Corsini, insieme al presidente di Territorio Turistico Bologna-Modena, Mattia Santori, la consigliera delegata al turismo di Città metropolitana Bologna, Barbara Panzacchi, la coordinatrice e il vice presidente della Cabina di regia del Territorio Turistico Bologna-Modena, rispettivamente Annalisa Piccinelli e Gian Carlo Muzzarelli, e il direttore di Apt, Emanuele Burioni.

Tre le parole d’ordine generali previste dal piano: “capitalizzare” la nuova clientela che ha frequentato per la prima volta o è ritornata dopo una lunga assenza in Emilia-Romagna, “consolidare” la leadership a livello nazionale, mantenendo forte la presenza sul mercato interno domestico, e “riconquistare” e “superare” rapidamente le quote di mercato internazionale raggiunte nel 2019. 

“Ci presentiamo al nuovo anno che arriva con un calendario fitto di proposte di qualità senza uguali – commenta l’assessore Andrea CorsiniE questo dimostra la grande vitalità dei nostri territori che, nonostante gli anni più duri della pandemia, sono riusciti a mettere a fuoco offerte diversificate e premianti, in linea con le esigenze mutate dei viaggiatori. Un ottimo lavoro coordinato da Apt Servizi che parla di una terra capace di proporre il turismo di esperienza sia per chi predilige una vacanza in pieno relax, sia per i più sportivi. Bologna e Modena diventano in questo modo territori da scoprire e riscoprire con l’ambizione di attrarre sempre più viaggiatori nazionali e internazionali”. 

Il presidente del Territorio Turistico, Mattia Santori, snocciola la lista delle buone notizie: “Il ritorno dei turisti stranieri, che sono tornati a superare il 50% delle presenze a Bologna, la diversificazione dell’offerta, che viaggia su quattro asset trasversali – cultura, food, outdoor, sport -, il rafforzamento di alcuni segmenti, quale la Motor Valley, grazie alla fusione con Modena e al protocollo d’intesa siglati con Firenze. Oggi vediamo i frutti del lavoro degli ultimi anni, e siamo certi che una sempre più forte collaborazione con la Regione e Apt servizi ci permetterà di stare al passo di un mercato in perenne trasformazione”. 

“E’ un momento importante perché consolidiamo una strategia e ciò significa che abbiamo lavorato bene – dichiara il sindaco di Modena e vicepresidente della Cabina di regia di Territorio Turistico Bologna-Modena, Gian Carlo Muzzarelli -. Adesso dobbiamo valorizzare le eccellenze che sono sempre più integrate, tra cui la Motor Valley. E’ la capacità di un territorio che sa stare nella storia e guarda al futuro. Motori, cultura. Sport, tempo libero ed enogastronomia, una grande tradizione che fanno la differenza”.

“Forte anche del suo nuovo segno identitario, presentato all’ultima edizione di TTG Travel Experience di Rimini – sottolinea il presidente di Apt Servizi, Davide Cassaniil Territorio Turistico Bologna-Modena si presenta oggi sul mercato internazionale delle vacanze come una realtà compatta e matura, con una serie di proposte e prodotti turistici di richiamo internazionale, da arte e cultura al turismo en plein air, da Food e Motor Valley a Cineturismo e vacanza slow, capaci di intercettare al meglio i desiderata del viaggiatore contemporaneo”.