Dozza vicolo del centro storico
(©Shutterstock.com)

Fra i tour di “Destinazione Italia”, guida Polaris, non poteva mancare quello alla scoperta del borgo a due passi da Imola

“Dove l’Emilia diventa Romagna, sulle colline da cui, nelle giornate limpide, si intravede persino il mare, sorge Dozza”. Scrive così la travel blogger Annalisa Zamboni (su Facebook: Out Of Office di Annalisa) per raccontare questo borgo alle porte di Imola.

A contribuire alla fama di questo suggestivo Comune di poco più di 6.500 abitanti sono il centro storico e le vigne. I vigneti che circondano Dozza hanno reso questa località la Capitale del Vino dell’Emilia-Romagna: nelle segrete del suo castello medievale è infatti ospitata l’Enoteca Regionale, fra le più rifornite e suggestive d’Italia.

Dalla Rocca che domina imponente il borgo si diramano i graziosi vicoletti di ciottoli che attraversano il centro storico. Ed è proprio passeggiando qui che si può ammirare il tesoro artistico di Dozza: i muri delle sue abitazioni sono dipinti da grandi murales tanto da aver trasformato questa cittadina in una galleria d’arte a cielo aperto. Muri, portici, campanili e volte medievali sono tele colorate da artisti provenienti da tutto il mondo.

La guida “Destinazione Italia” – 300 idee per un viaggio lungo lo stivale – è anche disponibile in podcast