Trekking Parco Corno alle Scale
(©Bologna Metropolitana)

Investimento di oltre 2,4 milioni di euro per 46 progetti tra Bologna e Modena

Il Programma Turistico di Promozione Locale – PTPL che afferisce agli Uffici di Informazione turistica e ai progetti di promozione turistica per l’anno 2024 è stato approvato da Città metropolitana di Bologna e Provincia di Modena dopo il pronunciamento positivo da parte degli organismi di Territorio Turistico Bologna-Modena: Cabina di regia e Tavolo di concertazione.

L’approvazione è avvenuta con voto unanime nella seduta del Consiglio metropolitano del 20 dicembre. La Provincia di Modena ha approvato con Atto del Presidente n. 231 del 19 dicembre 2023.

Si tratta di un unico Programma, elaborato congiuntamente da Bologna e Modena, con criteri di selezione omogenei, pur tenendo conto delle rispettive peculiarità territoriali. Il PTPL assieme al Programma di Promo-Commercializzazione Turistica costituisce lo strumento cardine di programmazione della Destinazione turistica. Il Programma così approvato – con spesa ammissibile complessiva di 1.509.736 euro per il bolognese e di quasi 945.900 euro per il modenese – verrà ora trasmesso alla Regione Emilia-Romagna per l’approvazione definitiva e il successivo parziale finanziamento.

L’approvazione da parte dei due Enti chiude l’iter procedurale che è cominciato con la pubblicazione dell’avviso nello scorso mese di ottobre, rimasto aperto fino al 13 novembre e trasmesso anche a tutti i Comuni, alle Unioni di Comuni dell’area metropolitana e ai Tavoli territoriali del turismo (Appennino bolognese, Imolese, Pianura bolognese).

Le valutazioni dei progetti pervenuti sono state espresse da una commissione composta da membri esperti di Città metropolitana, Provincia di Modena, APT Servizi e, per i progetti afferenti a Città metropolitana, anche con la collaborazione di Bologna Welcome.

Il PTPL 2024 costituisce un passaggio “storico” dopo quasi due anni di lavoro – commenta Mattia Santori, presidente di Territorio Turistico Bologna-Modena – culminati con la riforma degli Uffici di informazione turistica, che prevede una riorganizzazione radicale dell’intero sistema. Per questo è probabilmente il PTPL più complesso realizzato in questi anni, ma siamo soddisfatti del buon lavoro sin qui svolto, a cui hanno collaborato con competenza e dedizione gli uffici turismo della Provincia di Modena e della Città metropolitana di Bologna, sempre più integrati tra loro”.

I tecnici hanno svolto un lavoro molto importante – sottolinea a sua volta Barbara Panzacchi, consigliera metropolitana delegata al turismo – e la proposta così approvata risulta essere nei termini di quanto già concordato in tutti gli incontri preparatori, condivisi con i territori. La sfida  sarà nei prossimi mesi, quando arriveranno le risorse regionali, e il nostro impegno sarà massimo per riuscire a stare nell’ordine di grandezza dei contributi assegnati storicamente ai vari uffici, pur trattandosi di un periodo di grandi cambiamenti che dovranno essere valorizzati”.

L’approvazione del Programma è importante perché giunge a coronamento del lavoro svolto in questi ultimi anni per la creazione di un percorso comune che ha dato vita al Territorio Turistico Bologna-Modena – è il commento del Presidente della Provincia di Modena Fabio Braglia –. Le iniziative che riusciamo a fare insieme sono molto importanti e speriamo che la riforma degli Uffici di informazione turistica possa, per quanto possibile, contribuire ad armonizzare ancora di più le nostre modalità di accogliere i turisti e di proporci a tutto il mondo come meta turistica ormai sempre più importante”.